140
05 aprile 2000.

PRESS BULLETIN - Italiano





MEDITATION

"Cari figli, pregate e utilizzate questo tempo, perchè è tempo di grazia.Io sono con voi e intercedo per ognuno di voi affinchè il vostro cuore si apra a Dio e all'amore di Dio. Figlioli pregate incessantemente fino a che la preghiera diventi gioia per voi.Grazie per aver risposto alla mia chiamata." 25 marzo 2000

IL PERDONO

Durante il periodo della Quaresima si sente spesso parlare di perdono. L'opera di Dio nell'Antico Testamento è imbevuta di perdono.. L'opera di Gesù è piena di avvenimenti di perdono, che sono sempre legati a persone concrete. Nella professione di fede (Credo) manifestiamo la fede: "Credo nella remissione dei peccati". Dio, dal canto Suo, impartisce il perdono. La preghiera al Signore (Padre Nostro) contiene anche un altro aspetto, quello imposto ai cristiani, e non soltanto i cristiani, tra noi: Infatti preghiamo: "come noi li rimettiamo ai nostri debitori". L'esperienza ci insegna che abbiamo difficoltà a perdonare e che soffriamo davvero quando ci viene chiesto di perdonare. Tutto ciò rientra nella conversione, che è un elemento fondamentale della fede. Cosa fare?

Commetto errori, peccati . Sono migliore degli altri o quello che ho fatto, seppure non spaventoso, non favorisce il perdono, ma anzi divide dall'altro. Se provo il sentimento di non essere migliore dell'altro, le cose cambiano. Divento più mite, misericordioso nei confronti del prossimo e del suo comportamento. Proprio questo è il germoglio di quello che Gesù definisce perdono.

fra Ivan Landeka

N O T I Z I E

NUMERO DI COMUNIONI E NUMERO DI CELEBRANTI

Durante il mese di marzo presso il santuario della Regina della Pace a Medjugorje sono state impartite 58 000 comunioni e la Santa Messa è stata concelebrata da 1213 sacerdoti provenenti dal paese e dall'estero, ovvero 39 sacerdoti al giorno.

Durante il mese di marzo non molti gruppi di pellegrini e singoli vengono a Medjugorje. I gruppi più numerosi sono giunti per la festività dell'Annunciazione il 25 marzo ed il 18 marzo, quando la veggente Mirjana Dragiæeviæ Soldo ha avuto la sua apparizione annuale. Alla fine di marzo Medjugorje ha davvero ripreso vita!

Abbiamo registrato la visita di gruppi provenienti da: Brasile, Belgio, Singapore, Svizzera, Repubblica Slovacca, Lituania, Lettonia, Messico, Ungheria, Francia, Libano, Irlanda, Polonia, Austria, Repubblica Ceca, USA, Germania, Slovenia, Italia, Canada, Inghilterra, Corea, Australia e naturalmente Croazia.

LA VISITA DEL VESCOVO TEDESCO

Dal 18 al 23 marzo a Medjugorje ha soggiornato Monsignor Franziskus Eisenbach, vescovo ausiliario di Mainz. Ecco le sue impressioni:

"Sono qui in veste di pellegrino. Voglio conoscere Medjugorje e pregare qui. Già da anni la seguo e la conosco ed avrei voluto venire prima, ma ho atteso un segno certo per decidere di venire a Medjugorje. Questa volta sono stato esplicitamente invitato e per questo sono venuto. La prima impressione è stata quella di una chiesa sempre piena, durante tutte le Messe, e soprattutto durante l'adorazione. E' evidente che molte persone abbiano compreso che questo è soprattutto un luogo di preghiera. Molti riferiscono che qui il loro modo di pregare migliora e che compiono un'esperienza di preghiera comune. Conosco molte persone che a Medjugorje hanno rinnovato la propria fede ed hanno imparato di nuovo a pregare. Ora anch'io ho potuto sperimentare come Medjugorje possa essere di aiuto in questo senso. La seconda esperienza, per me molto importante, è stata che a Medjugorje non ci si occupa soltanto di preghiera e la preghiera porta frutti all'uomo, soprattutto delle persone in difficoltà Vorrei ricordare in modo particolare il "Majèino selo", presso cui trovano rifugio madri con bambini, donne abbandonate ed orfani di guerra ed il tutto è collegato ad un grande asilo dove vi sono incontri tra i bambini di famiglie sane e bambini che, per i motivi più diversi, non hanno più una famiglia normale. Ho visto che qui i bambini abbandonati hanno la possibilità di imparare a vivere e questo è molto importante. Mi ha inoltre colpito in modo particolare la comunità di Suor Elvira dove i tossicodipendenti e coloro che sono dipendenti da altre forme di male trovano un luogo di rifugio e guarigione. Con loro ho celebrato la Santa Messa ed abbiamo pregato insieme al mattino. E' stato molto bello vedere con quanta forza preghino e con quale gioia celebrino la Santa Messa. Ho capito che il metodo migliore per guarire è quello di approfondire la propria fede e vivere la comunità nella preghiera e nel lavoro.

Per me è stato molto importante sentir parlare dell'iniziativa padrini-bambini, ovvero l'azione di sostegno in favore dei figli di difensori della patria morti, a cui partecipano numerose famiglie tedesche, inviando mensilmente un contributo in denaro alle famiglie sofferenti ed ai loro bambini. Questo amore concreto verso i bisognosi mi dimostra che a Medjugorje c'è un vero spirito di preghiera. L'amore verso Dio che si rivela nella preghiera ha portato dei frutti che si manifestano nella cura verso gli uomini.

Volevo inoltre comprendere meglio il fenomeno delle apparizioni e per questo motivo ho cercato di incontrare almeno una delle persone che parlano delle proprie esperienze e sostengono di vedere la Vergine. Ho incontrato una delle veggenti, ho parlato con lei e sono stato presente all'apparizione. Durante il primo incontro con Marija a casa sua, l'ho trovata in giardino a lavorare con gli stivali di gomma. E' una donna perfettamente normale, giovane e con tre figli. Parlando con lei ho compreso che è molto sveglia, sa porre delle domande e parlare delle proprie esperienze; sa distinguere bene le cose e si rende conto di quello che è bene e di quello che non lo è. Mi ha invitato a partecipare alla preghiera a casa sua, quando si prepara all'incontro con la Madonna, che dura ormai da più di 18 anni. Abbiamo pregato nella cappellina della sua casa e qui, per l'occasione, si erano riunite molte persone. Abbiamo recitato il Rosario in varie lingue ed abbiamo atteso il momento dell'apparizione. Marija ci ha avvertiti che il momento si stava avvicinando e dopo la preghiera, da lei guidata, è rimasta in silenzio. Tutti abbiamo capito che in quel momento vedeva la Vergine. Dopo l'apparizione ci ha detto che la Madonna aveva pregato per noi e ci aveva benedetti. Ancora una volta ci ha chiesto di pregare. L'incontro con Marija mi ha fatto capire che è perfettamente normale, una giovane donna, che sta con i piedi sulla terra e che si prende cura dei suoi figli. Ho visto che ha un buon rapporto con la sua famiglia e con i pellegrini. E' semplice e naturale, chiara e comprensibile quando parla delle sue esperienze. In definitiva si può dire che sia una donna alla quale si può credere, degna di fiducia e per questo non ho difficoltà nel credere a quello che dice, soprattutto in quello che vede. Per me è stata un'esperienza molto interessante e sono giunto alla conclusione che questo luogo di preghiera si fonda sull'esperienza che questi giovani hanno ricevuto in dono e che trasferiscono agli altri.

Maria viene venerata a Medjugorje come Regina della Pace. Tale appellativo e quello che Ella chiede avrebbero dovuto preparare il mondo alla spaventosa esperienza della guerra. Dieci anni dopo la prima apparizione in Croazia, Bosnia ed Erzegovina scoppiò la guerra. Medjugorje è un luogo dove si prega continuamente per la pace. Il messaggio di Medjugorje a tutto il mondo è chiaro: bisogna superare le guerre ed i conflitti con la forza dell'amore. Si ha l'impressione che Medjugorje tocchi completamente l'uomo: cuore, anima e corpo. Le preghiere ed il luogo di preghiera catturano l'uomo. Per questo motivo Medjugorje, in questo senso, porta il messaggio a tutta la Chiesa: permettere a Dio ed alla Madonna di toccarci nella nostra realtà umana e permettere a Maria di donarci il suo amore per imparare ad amare con tutto il cuore. Possiamo dunque dire che nessuno deve aver paura di Medjugorje, sebbene non sia stata ancora riconosciuta ufficialmente dalla Chiesa. Qui si prega davvero in un modo che cambia l'uomo. Per questo motivo qui arriva una moltitudine di fedeli che vuole imparare a pregare. Io desidero portare questo messaggio anche in Germania perché noi tedeschi siamo più inclini al razionalismo che al sentimento. Qui viene inviato un messaggio a tutti gli uomini e di questo abbiamo realmente bisogno.

7 INCONTRO DELLE GUIDE DEI CENTRI PER LA PACE

Al 7 incontro delle guide dei centri della pace hanno partecipato circa 100 persone provenienti da tutti i paesi di cinque continenti. In questa occasione, come sempre, i partecipanti hanno adottato la seguente

DICHIARAZIONE

Riuniti a Neum dal 19 al 24 marzo 2000 per il 7 incontro delle guide dei centri della pace e dei gruppi di preghiera, ci rivolgiamo agli amici ed ai pellegrini della Regina della Pace:

1. Siamo nell'anno del grande giubileo della cristianità. Cerchiamo di porre Gesù Cristo al centro della nostra vita, per poter contribuire al rinnovamento della Chiesa del nostro tempo e della nostra chiesa locale.

2. Nei contenuti del programma del Giubileo e dei Messaggi di Medjugorje riconosciamo altri punti. Le parole della Vergine: "Fate tutto quello che vi dirà" (... ) ci rivelano che Gesù Cristo è sempre lo stesso ieri, oggi e sempre.

3. L'annuncio della profezia evangelica è un compito di tutti i cristiani. Esso deve essere realizzato innanzitutto nella propria vita. Una vita coerente è il miglior annuncio. Lo stesso vale anche per la diffusione dei messaggi della Vergine.

4.L'invito della Madonna alla pace ed ala riconciliazione deve essere presente in modo speciale nella nostra vita di individui, nella famiglia e nel gruppo, soprattutto nell'anno del grande Giubileo.

5. Ancora una volta invitiamo tutti a conoscere meglio ed a tutelare la fonte della spiritualità di Medjugorje.

Meugorje, 24 marzo 2000.

CONFERENZA DEI BENEFATTORI

L'incontro dei benefattori ispirati dai messaggi di Medjugorje sul tema "Lo avete fatto a me" avrà luogo il 26 giugno 2000 a Medjugorje.

La prima conferenza internazionale dei rappresentanti delle organizzazioni umanitarie e delle persone che, ispirate dai messaggi di Medjugorje, si occupano di attività umanitarie, avrà luogo a Medjugorje il 26 giugno 2000 con inizio alle ore 09.00. Alla conferenza sono invitati tutti coloro che, durante la guerra in Croazia ed in Bosnia-Erzegovina, hanno offerto un sostegno spirituale e materiale, alla popolazione minacciata.

Preghiamo tutti i rappresentanti delle organizzazioni umanitarie ed i benefattori che intendono partecipare a questa conferenza di comunicare il proprio arrivo, i dati riguardanti l'organizzazione ed i dati personali dei partecipanti all'associazione "Medjugorje - Mir", di Spalato al seguente numero di fax: + 385 21 34 22 58 oppure all'indirizzo e-mail: medjugorje-split@st.tel.hr

Per i partecipanti alla conferenza sarà organizzato un servizio di traduzione simultanea. Per ulteriori informazioni, si prega di contattare l'associazione "Medjugorje - Mir" di Spalato al seguente numero di telefono: +385 21 36 13 54.

E' MORTO DON ANGELLO MUTTI

Don Angelo Mutti, creatore e redattore della rivista "Eco di Meðugorje", è venuto a mancare il 3 marzo 2000. La rivista "Eco di Meðugorje" ha diffuso i messaggi della Vergine e le notizie sugli avvenimenti di Medjugorje per molti anni. Poiché viene tradotta in molte lingue, essa ha permesso al messaggio di pace e riconciliazione di Maria di raggiungere tutti i continenti. Il servizio prestato da Don Angelo è stato preziosissimo. Ringraziandolo anche in questo modo per tutto quello che ha fatto, lo affidiamo alle preghiere, fiduciosi che i suoi collaboratori continueranno il cammino intrapreso


Published by: INFORMATIVNI CENTAR MIR - Svetiste Kraljice mira (Information Center MIR - Shrine of the Queen of Peace), 88266 Medjugorje, BiH, fax number: +387-88-651-444.
Director: fra Miljenko Stojic.
You can receive the latest issue of the Press Bulletin at any time on your own fax machine in the tone mode by dialing the
Robofax in our Information Center at +387 88 65 15 55.
E-mail: medjugorje-mir@medjugorje.hr; Internet: http://www.medjugorje.hr
Published every other Wednesday.


BackHomeOverviewInfo
Last Modified 04/05/2000